Faq

È una disciplina per tutti? Come agisce?

La Biodanza può essere praticata da chiunque, a tutte le età. Essa risveglia il metabolismo e riattiva le funzioni cardiovascolari proprie dei primi attimi di vita, producendo un ripristino ottimale di tutte le funzioni vitali e favorendo la rigenerazione cellulare. È un sistema che utilizza la musica, accompagnata ad esercizi in movimento finalizzati a: ridurre le tensioni psico-fisiche causate dallo stress quotidiano; aumentare la vitalità e il benessere personale; rafforzare e migliorare le proprie capacità di interrelazione con gli altri.

Qual è l’obiettivo degli esercizi in Biodanza?

Lo scopo degli esercizi è quello di far riacquistare la naturalezza dei propri movimenti e di alleggerire le tensioni muscolari, favorendo una disposizione d’animo aperta all’incontro con gli altri. In Biodanza non s’insegna a danzare o a imitare l’insegnante, ma si riscopre, con l’aiuto della musica, il piacere di tante emozioni che dimentichiamo: aprirsi, sorridere, guardarsi, incontrarsi, ascoltarsi.

Solo le donne possono praticare la Biodanza?

I corsi di Biodanza sono frequentati indifferentemente da uomini e donne; la Biodanza è un processo di riscoperta di sé, un'esperienza utile a tutti, uomini e donne, che hanno la possibilità di scoprirsi e conoscersi su piani di comunicazione molto diversi da quelli a cui si è abituati, attraverso l'esperienza dell'incontro profondo.

Come si svolge un incontro? È possibile praticarla da soli?

La Biodanza risulta efficace solo all’interno di un gruppo affettivamente integrato. L'attività di gruppo offre possibilità diversificate di comunicazione e funge da “contenitore protettivo” per ciascuno dei partecipanti durante la realizzazione delle proposte. La Biodanza si propone attraverso tre modalità specifiche: la singola sessione di presentazione: ha lo scopo di far conoscere la Biodanza; il corso, articolato in sessioni (durata variabile tra 50’ e 2 ore) a cadenza settimanale; il seminario, un corso di approfondimento solitamente proposto durante un fine settimana.

Che cos'è la "vivencia"?

Vivencia è un termine della lingua spagnola che non ha un corrispettivo diretto nella lingua italiana. Esso indica la facoltà di vivere intensamente il momento presente, il cosiddetto “qui e ora” con la totale partecipazione del proprio essere (corpo, emozioni e pensiero). In particolare vivencia indica l'esperienza del proprio corpo e di se stessi come entità creativa di ciò che si sta vivendo: vivencia significa vivere se stessi senza essere spettatori. Attraverso di essa rendiamo possibile lo sviluppo di quel potenziale genetico che gli esseri umani possiedono, ma che non esprimono perché non hanno ricevuto gli stimoli adeguati.

pagina 1 di 2